DIMENSIONE AMBIENTALE

Il bilancio energetico di Romagna Acque

La pianificazione energetica richiede una conoscenza quantitativa della produzione e dell’utilizzo dell’energia che permetta di monitorare i propri consumi e implementare piani di miglioramento. A tal fine il bilancio energetico è uno strumento conoscitivo di grande importanza in quanto fornisce una visione complessiva di tutti i flussi di energia fino agli usi finali. 

Quando si parla di consumi energetici, l’energia elettrica rappresenta per Romagna Acque la voce più significativa

 

Distribuzione dei consumi energetici di Romagna Acque nel 2018 in TEP (Tonnellata Equivalente di Petrolio)

 

 

Risulta pertanto opportuno concentrare l’attenzione su questo aspetto per poter ottenere dei risultati di miglioramento dell’efficienza energetica che possano ridurre significativamente i consumi diminuendo i costi marginali dell’azienda e gli impatti sull’ambiente

Anche per il 2018, la Società ha aderito alla convenzione Intercent-ER della Regione Emilia-Romagna per quanto riguarda la fornitura di energia elettrica e, come negli anni precedenti, ha acquistato energia verde che deriva tutta da fonti rinnovabili certificate; tale aspetto, pertanto, non genera emissioni di CO2

 

 


CON 35.502.788 KWH CONSUMATI, DI

CUI 564.755 KWH AUTOCONSUMATI

DAGLI IMPIANTI DI PROPRIETÀ DA

FONTE RINNOVABILE (IDROELETTRICO

E FOTOVOLTAICO), IL CONSUMO DI

ENERGIA ELETTRICA DEL 2018 RISULTA

DIMINUITO DEL 22% RISPETTO AL 2017.


 

Questa significativa diminuzione è legata principalmente a un consistente aumento della produzione idrica da Ridracoli e a una conseguente riduzione dei consumi associati a captazione e adduzione.