Lettera agli Stakeholder


Cari Lettori,

il Bilancio di Sostenibilità di Romagna Acque - Società delle Fonti S.p.A., giunto alla quattordicesima edizione, si conferma uno strumento fondamentale di comunicazione fra la Società e i suoi Stakeholder, grazie al quale rendicontare, anno dopo anno, in maniera trasparente, chiara e tempestiva, l’esito delle iniziative e degli impegni assunti e fornire una prospettiva futura attraverso i propri programmi di attività. Recenti interventi normativi ne hanno fatto uno strumento chiave per le società quotate, quale report integrato di tre dimensioni fondamentali, ambientale, sociale ed economica. Pur non essendo una società quotata, riteniamo da tempo che per una realtà articolata come Romagna Acque la sola dimensione economica non sia più una rappresentazione futura attendibile e soddisfacente, ma che si debba rappresentare più appropriatamente la creazione di valore generato e che questa direzione rappresenti la vera dimensione di sviluppo delle iniziative.

La sostenibilità rappresenta per tutto ciò un valore indispensabile. Oltre ad essere di grande importanza in sé, è un tema centrale nell’attività quotidiana di Romagna Acque e ne permea l’intero operato. È da sempre nel DNA dell’azienda ed ha avuto origine in tempi ormai lontani, segnati dall’avvio della realizzazione del progetto dell’Acquedotto della Romagna, simboleggiato dalla Diga di Ridracoli.


Se a quella fase storica è stata dedicata molta attenzione da parte dell’azienda nel corso del 2016 – celebrando il cinquantesimo dalla fondazione del Consorzio Acque – la conferma nel tempo di un’immutata visione strategica da parte della Società è stata cruciale anche per gli avvenimenti recenti. Il 2017, che qui rendicontiamo, si è caratterizzato infatti per un lungo periodo siccitoso, con un difficile approvvigionamento idrico per la Romagna, la nostra regione e per molte parti del nostro Paese, per la contemporaneità di scarsità degli apporti piovosi e di aumento dei consumi.

 

leggi tutto »