DIMENSIONE AMBIENTALE


ROMAGNA ACQUE GESTISCE TUTTE LE FONTI
DI APPROVVIGIONAMENTO PER LA FORNITURA DI ACQUA
PER GLI USI CIVILI DEL TERRITORIO ROMAGNOLO

AMMINISTRANDO UN’ARTICOLATA E COMPLESSA DOTAZIONE
INFRASTRUTTURALE CHE COPRE LE TRE PROVINCE:
FORLÌ-CESENA, RAVENNA E RIMINI.


Questa dotazione infrastrutturale ha nell’Acquedotto della Romagna, alimentato dal bacino artificiale sotteso alla Diga di Ridracoli, la parte più importante per dimensione e qualità progettuale.

Tale complesso consente l’utilizzo delle fonti di approvvigionamento della risorsa idrica che traggono origine dalla derivazione di acque pubbliche presenti nel territorio romagnolo, è costituito dagli impianti di potabilizzazione e dalla rete distributiva e copre la quasi totalità del fabbisogno idrico romagnolo, fornendo acqua per usi civili ai gestori del Servizio Idrico Integrato (Hera S.p.A. e Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici di San Marino), che a loro volta provvedono a distribuire la risorsa idrica all’utente finale, nonché in misura marginale per utilizzi industriali nell’area ravennate.

In un’ottica di monitoraggio della sostenibilità e della responsabilità ambientale, la Società:

  • opera nel rispetto delle normative di riferimento;

  • svolge regolarmente attività di monitoraggio degli aspetti ambientali ritenuti più significativi, su cui l’attività svolta potrebbe avere impatti negativi;

  • si impegna a contenere ed eliminare gli effetti problematici della propria attività sull’ambiente.