Identità e governo della sostenibilità

CORPORATE GOVERNANCE

Romagna Acque è una Società per Azioni costituita il 15 marzo 1994 con atto di trasformazione da Consorzio amministrativo pubblico ai sensi dell’art. 22, comma 3, lett. e) della L. 142/1990.

Ai sensi della Legge Regionale n. 25/1999, art. 14, comma 4, la Società gestisce tutte le principali fonti di produzione di acqua potabile ed è il fornitore all’ingrosso del Servizio Idrico Integrato (SII) del territorio romagnolo.

Si tratta di un affidamento diretto di una parte del SII (servizio pubblico locale di rilevanza economica ai sensi dell’art. 113 del TUEL, commi 4 e 13), in quanto Società in house in controllo analogo congiunto, conformemente all’art. 2 lettera O del D.Lgs. 175/2016.

L’affidamento è formalizzato con convenzione sottoscritta a fine 2008 e valida per il periodo 2009-2023, con le preesistenti tre Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale della Romagna, oggi confluite in un unico Ente d’Ambito Regionale, ATERSIR.

 


LA CONVENZIONE È STATA AGGIORNATA IL 17/01/2017

ALLE NUOVE DISPOSIZIONI, IN PARTICOLARE

RELATIVAMENTE AL METODO TARIFFARIO


 

Come previsto dalla più recente normativa sia comunitaria sia nazionale, le modalità di affidamento del servizio in capo a Romagna Acque sono definite dall’art. 16 del D. Lgs. 175/2016.

I requisiti per la gestione di un servizio pubblico “in house providing” sono declinati dal citato decreto all’art. 2 lettera O, in combinato disposto con il richiamato art. 16 della stessa normativa, che sinteticamente declinano i seguenti principi:

1) sulle società in house, le amministrazioni esercitano un controllo analogo congiunto;

2) le società devono realizzare la parte più importante della propria attività con l’ente o gli enti pubblici che controllano, nella misura indicata dall’art. 16 D. Lgs. 175/2016.

I suddetti requisiti, oltre ai requisiti richiamati dal “Testo unico sulle società partecipate”, sono stati così declinati in capo a Romagna Acque con la riforma dello Statuto approvata dall’Assemblea dei Soci del 15/12/2017 con deliberazione n. 2/2017 e della correlata convenzione di diritto pubblico tra gli Enti Locali Soci ai sensi dell’art. 30 del D. Lgs. 267/2000, finalizzata al rafforzamento della disciplina interna per l’esercizio congiunto del controllo analogo sulla Società.

Lo Statuto come riformato è pubblicato sul sito internet nella sezione “Società trasparente” alla voce “disposizioni generali”.

  • Gli organi sociali

  • 01 - L’Assemblea dei Soci

  • 02 - Il Coordinamento dei Soci

  • 03 - Il Consiglio di Amministrazione

  • 04 - Il Collegio Sindacale

  • 05 - La Società di Revisione incaricata del controllo contabile

  • 06 - L’Organismo di Vigilanza

  • 07 - Il Comitato di Direzione e Gestione