DIMENSIONE SOCIALE

LE INIZIATIVE DEL 2017

LA GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA 2017

Romagna Acque ha colto anche quest’anno l’occasione offerta dalla celebrazione, il 22 marzo, della Giornata Mondiale dell’Acqua per realizzare una serie di iniziative di carattere didattico e informativo, come l’apertura stagionale della Diga di Ridracoli e l’avvio delle escursioni del battello elettrico sul lago di Ridracoli. Inoltre, il Presidente di Romagna Acque, Tonino Bernabè, ha incontrato i ragazzi e le ragazze delle scuole medie e superiori di San Clemente, Sant’Andrea in Casale e Morciano, in collaborazione con l’Associazione Michele Pulici.

"“LA MIA ACQUA”, UN PROGETTO PER LE SCUOLE

Partito nell’anno scolastico 2013-2014, si è confermato anche per il 2017 il tradizionale impegno di Romagna Acque legato a progetti di educazione all’uso corretto dell’acqua. Il progetto, denominato “La mia Acqua”, è stato realizzato grazie agli operatori della cooperativa Atlantide e ha coinvolto diverse classi delle scuole primarie e secondarie di I e II grado della Romagna.


Il progetto è versatile, viene modulato in base al territorio e alle scuole a cui si rivolge e prevede incontri in classe e uscite ai principali impianti gestiti da Romagna Acque. Gli incontri in aula hanno trattato diversi aspetti legati all’utilizzo dell’acqua: dall’ambito storico-sociale a quello agricolo-alimentare, dal rapporto fra acqua e cibo alla salinizzazione delle acque, dal problema dell’approvvigionamento a livello globale e locale al ciclo naturale e urbano dell’acqua, fino alle buone pratiche di risparmio idrico

 

LA FESTA DELL’ACQUA

Per celebrare la preziosa risorsa e far conoscere ai cittadini il suo cammino “dalla fonte al bicchiere”, Romagna Acque si è fatta promotrice, in collaborazione con le varie amministrazioni locali, dell’ormai tradizionale appuntamento annuale di fine primavera alla Diga di Ridracoli.


La “Festa dell’Acqua” è infatti un’iniziativa istituita a partire dagli anni ‘80, dopo il completamento dell’invaso di Ridracoli, con lo scopo di portare i cittadini a conoscere la fonte primaria da cui attinge l’Acquedotto della Romagna. Durante la manifestazione è consentito l’ingresso gratuito agli impianti e vengono organizzate varie iniziative, sia presso gli impianti, sia nei Comuni in cui ricadono le fonti primarie che alimentano l’invaso.

La “Festa dell’Acqua 2017” si è tenuta domenica 2 giugno: un’intera giornata dedicata a grandi e piccini, con iniziative gratuite per festeggiare all’aria aperta, dalla gara podistica alle escursioni guidate in battello e in canoa, a musica, eventi sportivi e tantissime attività per i bambini.

 

LA CAMPAGNA “NASTRO ROSA” LILT

Anche nel 2017 Romagna Acque ha collaborato alla campagna “Nastro Rosa”, l’iniziativa organizzata dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) allo scopo di sensibilizzare sull’importanza della prevenzione e sulla diagnosi precoce del tumore alla mammella. Nel mese di ottobre, a Forlì i monumenti si sono tinti di rosa, colore simbolo della lotta contro il tumore al seno.


Nel 2017, inoltre, la LILT ha assoldato una testimonial d’eccezione: Marianne Mirage, cantante forlivese di grandissimo successo, molto legata alla sua terra d’origine e molto sensibile al tema. Nel mese di novembre, la cantante ha tenuto un concerto di raccolta fondi per i progetti di prevenzione dedicati alle pazienti operate di tumore al seno.


Fra lunedì 16 e venerdì 20 ottobre, i volontari della LILT hanno organizzato punti informativi presso l’ospedale Pierantoni- Morgagni di Forlì, per distribuire brochure informative e i tradizionali nastri rosa.

 

SINFONIDRÌA, LA DIGA CHE “SUONA”

Fra le diverse attività che hanno corollato il cinquantesimo anniversario della costituzione della società Romagna Acque, è nata anche l’idea di creare un nuovo allestimento musicale interattivo basato sulla Diga di Ridracoli.


L’iniziativa nasce dalla proposta di due giovani musicisti, Lorenzo Prati e Yas Clarke, e dalla collaborazione con Romagna Musica per la realizzazione del progetto. Si tratta di un’installazione sonora interattiva che si serve dei dati registrati dalla strumentazione della Diga di Ridracoli per creare un paesaggio musicale modellato sulla base delle condizioni meteorologiche, idrologiche e strutturali del momento. Il concetto alla base dell’installazione è stato quello di trasformare la Diga in uno strumento musicale gigantesco suonato dagli agenti atmosferici, dall’acqua che contiene e dalla terra su cui poggia. L’installazione è stata denominata Sinfonidrìa, che significa “complesso armonioso di suoni idrici”.


Grazie a questo progetto, la Diga di Ridracoli è il primo sbarramento artificiale a diventare anche sistema musicale generativo: un’istallazione unica al mondo, fruibile sia attraverso internet – in live streaming sul sito di Romagna Acque – sia attraverso postazioni d’ascolto realizzate in loco attraverso un sistema wi-fi di trasmissione in locale.

 

RIDRACOLI, ESEMPIO PER LA LIGURIA

Nella primavera 2017, la Diga di Ridracoli, per i risultati lusinghieri della sua gestione a livello di richiamo turistico, è stata presa ad esempio a Genova nel corso di una conferenza stampa in cui è stato presentato il progetto di valorizzazione eco-turistica e sportiva della Diga del Brugneto, bacino artificiale dell’alta Val Trebbia che rappresenta la principale risorsa idrica della città di Genova.


Per realizzare il progetto, gli enti coinvolti (i Comuni del territorio, il Parco Regionale Naturale dell’Antola, la Regione Liguria, la Città Metropolitana di Genova, il Coni Liguria e IREN Spa, che gestisce la Diga) avevano da tempo stretto contatti con Romagna Acque ed effettuato visite a Ridracoli. In occasione della presentazione pubblica – che ha avuto grande eco sui media genovesi – sono stati invitati, per fornire testimonianza dell’esempio romagnolo, anche il Presidente di Romagna Acque, Tonino Bernabè e il Responsabile aziendale del settore turismo, Piero Lungherini.

 

IL PROGETTO “VIAS ANIMAE – LE STRADE RITROVATE”

Il 21 aprile 2017, l’Assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, ha presenziato a Capaccio di Santa Sofia all’incontro pubblico che aveva lo scopo di presentare al territorio l’ottenuto finanziamento regionale di 1.800.000 euro per il progetto “Vias animae – Le strade ritrovate”, all’interno del Por Fesr 2014-2020, Asse 5.


Il progetto è frutto di un lungo lavoro di concertazione fra i Comuni di Santa Sofia, Bagno di Romagna e Premilcuore e il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, con la collaborazione di Romagna Acque ed ha come obiettivo la riqualificazione turistica di diverse strutture e percorsi territoriali, allo scopo di proporre una valorizzazione turistica puntata al benessere, allo sport e alla natura.


Il progetto finanziato (che dovrà ora essere realizzato entro la fine del 2019) permetterà di legare questi territori, dove il turismo ambientale è già presente da molti anni, con una rete di percorsi nuovi o rinnovati che si snodano per decine di chilometri e collegano tra loro le eccellenze ambientali dei tre Comuni e del Parco Nazionale

"ART BONUS” A GALEATA, RICCIONE E SANTARCANGELO

Romagna Acque ha destinato risorse ai Comuni di Galeata, Riccione e Santarcangelo come erogazioni liberali a sostegno della cultura e dello spettacolo, nell’ambito del cosiddetto “art bonus.


A Galeata la somma di 60mila euro è destinata al completamento del Parco archeologico di Mevaniola e della valorizzazione della Villa di Teodorico, che rappresenta l’unico esempio architettonico conosciuto nella provincia di Forlì che possa vantare fondati legami storici con la Ravenna di età imperiale e bizantina.


Le risorse stanziate per il Comune di Santarcangelo saranno invece utilizzate per la realizzazione di un centro di documentazione della poesia dialettale romagnola, mentre quelle per Riccione verranno impiegate per il restauro della barca storica “Saviolina”.

 

IL SOSTEGNO ALLA ROMAGNAVISIT CARD

Anche nel corso del 2017, è proseguito l’accordo con Integra Solutions, la società forlivese che ha inventato e diffuso la Romagna Visit Card.


Il “titolo” di carattere turistico permette al possessore di visitare a condizioni vantaggiose una quarantina di siti di eccellenza (musei, monumenti, istituzioni culturali) distribuiti sull’intero territorio romagnolo. Da quest’anno, fra i siti compresi nella promozione della Card rientra anche Idro, l’ecomuseo delle acque di Ridracoli.


L’acquisto e la conseguente diffusione fra i propri Stakeholder della Card da parte di Romagna Acque rappresenta dunque un sistema per promuovere ulteriormente il museo e le sue finalità didattiche.