DIMENSIONE ECONOMICA

IL PIANO DEGLI INVESTIMENTI

Il Piano degli Investimenti di Romagna Acque è articolato su quattro capitoli che rispecchiano i principali settori di attività:

  • la fornitura idrica all’ingrosso,
  • il finanziamento di opere del SII realizzate e gestite dal gestore del SII,
  • la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.


Il quarto riguarda il comparto dei “servizi comuni”, ovvero quei beni strumentali in modo trasversale a tutte le attività (es: la nuova sede della Società).

Tale disaggregazione è coerente con i criteri di separazione contabile, c.d. “unbundling”, che hanno trovato formale applicazione per il servizio idrico dal Bilancio di Esercizio 2016. Ciascun settore fa riferimento a specifici contesti normativi di regolamentazione, che vedono la Società interfacciarsi con altri soggetti sia a livello locale (ATERSIR) che nazionale (ARERA).
 

Per i primi due comparti, affinché un intervento possa essere riconosciuto eligibile ai fini tariffari, ovvero i relativi costi di capitale siano legittimamente considerati componenti tariffarie, deve essere inserito nei documenti di pianificazione approvati da ATERSIR e validati da ARERA.
 


NEl 2017 GLI INVESTIMENTI REALIZZATI SONO STATI PARI A 18,3 MILIONI DI EURO CON UN

INCREMENTO DI 6,4 MLN DI EURO CIRCA RISPETTO ALL’ANNO PRECEDENTE


 

INVESTIMENTI (unità di euro)

2015

2016

2016

Beni per fornitura d’acqua all’ingrosso

9.578.668 5.374.394 3.517.758

Beni in uso oneroso al gestore del SII

7.786.596 4.119.362 10.252.834
Beni per produzione e Vendita Energia Elettrica

942.753

1.126.385 166.899
Servizi comuni

1.536.443

1.129.942 4.257.842

Altri beni

404.139 186.442 96.988

TOTALE IMMOBILIZZAZIONI MAT+IMMATER

20.248.601

11.936.525 18.292.321


Fonte: Bilancio d’esercizio (sono compresi gli investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali e sono esclusi gli investimenti finanziari)

 

INVESTIMENTI PER LA FORNITURA IDRICA ALL’INGROSSO
Il totale degli investimenti realizzati relativamente al comparto della fornitura idrica all’ingrosso è pari a circa 3,5 mln di euro.

Gli interventi principali realizzati nel 2017 in questo comparto si riferiscono a:

 

  • completamento dell’impianto di trattamento di Alberazzo (FC) per 0,2 mln/euro;
  • completamento dell’impianto di trattamento fanghi presso il potabilizzatore Bassette a Ravenna per 0,1 mln/ euro;
  • avanzamento dei lavori delle condotte nel tratto S. Giovanni in Marignano-Morciano per 0,6 mln/euro;
  • interventi di manutenzioni straordinarie e migliorie su reti e impianti già in esercizio per 2,6 mln di euro.

Tutti gli interventi realizzati sono previsti nel Piano degli Interventi (PI) approvato da ATERSIR.

 

INVESTIMENTI PER I BENI IN USO ONEROSO AL GESTORE DEL SII
Il comparto “beni in uso oneroso al gestore del SII” è relativo a interventi finanziati dalla Società - di cui la stessa è proprietaria - ma realizzati e amministrati dal gestore del SII; la Società riceve un canone che permette il recupero dei costi di capitale. La Società, il gestore del SII e l’Ente d’Ambito regolano con specifiche convenzioni le modalità e i tempi con cui avviene il finanziamento, la realizzazione delle opere e il riconoscimento dei costi di capitale (canoni).

In questo comparto, nel 2017 sono stati realizzati investimenti per 10,3 milioni di euro, circa il 57% del totale.

Nel territorio di Forlì-Cesena sono stati realizzati interventi per 4,5 mln di euro (l’avanzamento delle attività per gli interventi fognari e acquedottistici nella vallata del Borello per 1,9 mln/euro e nella zona cesenate di Pievesestina per 1,5 mln di euro).
 

Nel territorio di Ravenna sono stati realizzati interventi per 1 mln di euro (l’avanzamento e il completamento di interventi fognari nel cervese per 0,9 mln di euro) e nel territorio di Rimini per 4,8 milioni di euro (il completamento delle attività riguardanti la riconversione del Depuratore Marecchiese 2° stralcio per 1,4 mln di euro, la realizzazione del 3° stralcio del Depuratore di S. Giustina per 1,2 mln di euro, l’avanzamento delle attività di realizzazione del “Collettore Dorsale RN-Sud” per 0,2 mln di euro e delle condotte sottomarine a Rimini per 1,9 mln di euro).
 

L’ammontare complessivo dei beni che in base alle convenzioni già sottoscritte fanno parte di questo comparto è di 122 mln di euro (valore al netto dei contributi ricevuti in conto capitale); trattasi di beni in parte già ultimati e in esercizio e in parte in corso di realizzazione e/o di progettazione.


L’Assemblea ha già autorizzato la Società a sottoscrivere ulteriori convenzioni per 40,7 mln di euro nell’ambito del suddetto quadro regolatorio.
 


Importo beni in convenzione mln/euro

  Convenzioni già sottoscritte
al 31/12/2017
Convenzioni da sottoscrivere
(già autorizzate da Assemblea)
Totale

Ambito Forlì-Cesena

44,6

3,5 48,1

Ambito Ravenna

12,1

26,0 38,1

Ambito Rimini

65,3

11,2 76,5

totALE beni in convenzione

122,0

40,7 162,7


 

INVESTIMENTI PER “BENI PER PRODUZIONE E VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA”
Nel comparto “beni per produzione e vendita di energia elettrica” gli interventi del 2017 sono stati pari a 0,2 mln di euro.

 

 

INVESTIMENTI PER “SERVIZI COMUNI”

Nel comparto “beni per servizi comuni” gli interventi del 2017, pari a 4,3 mln di euro, sono relativi principalmente all’avanzamento dei lavori della nuova sede della Società