DIMENSIONE AMBIENTALE

IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE:
UNA GARANZIA DI EFFICIENZA IMPIANTISTICA IN TUTTE LE CONDIZIONI DI ESERCIZIO

Nel corso del 2016, ATERSIR ha approvato la Programmazione degli Interventi (PDI 2016-2019) di Romagna Acque, strumento fondamentale della programmazione dell’attività della Società, che deve

  • garantire una dotazione impiantistica in grado di fornire la risorsa idrica anche in annate siccitose;
  • salvaguardare al meglio le strutture dal rischio di rotture o disservizi importanti;
  • mirare al miglioramento dei sistemi di potabilizzazione
  • analizzare i rischi per fornire una qualità dell’acqua sempre migliore
  • abbassare il rischio di approvvigionamento anche attraverso l’arricchimento e la diversificazione delle fonti idriche, in considerazione dell’ulteriore necessità di ridurre lo sfruttamento di acque profonde mediante un progetto e un piano di migliorie e manutenzioni ordinarie e straordinarie

Per dare concreta attuazione agli indirizzi contenuti nella PdI, al fine di strutturare in modo più puntuale l’attività di pianificazione e realizzazione delle manutenzioni straordinarie e ordinarie è necessario individuare le metodologie, gli standard di qualità ed efficienza e gli strumenti per la gestione della manutenzione delle infrastrutture e degli impianti di produzione, nonché per la definizione dei parametri e delle modalità necessarie all’ottimizzazione e all’efficientamento di impianti e condotte sui siti di produzione di Romagna Acque.

Dal punto di vista organizzativo, per assolvere agli obiettivi prefissati connessi a tali attività, sono state individuate posizioni aziendali specifiche senza che ciò abbia determinato un aumento della dotazione organica complessiva, bensì attraverso una razionalizzazione e qualificazione delle risorse umane già presenti nella Società.

In particolare, nel 2016 le attività di manutenzione/ gestione - già descritte nel complesso al paragrafo “Investimenti” del capitolo di Identità Aziendale - hanno riguardato principalmente i seguenti aspetti.

 
  • INTERVENTI DI RIPRISTINO DELLE CONDOTTE PER CORROSIONE PUNTUALE PASSANTE E CORROSIONE ESTERNA

    - Interventi di manutenzione straordinaria delle condotte adduttrici principali soggette a deterioramento interno/esterno: questo tipo di interventi è possibile solo con prolungati fuori servizio delle condotte stesse. Con la dotazione impiantistica attuale (assenza di chiusure ad anello efficaci) non sono possibili interventi programmati di manutenzione straordinaria senza causare disservizi prolungati di fornitura alle utenze interessate. La strategia adottata dalla Società prevede la realizzazione di condotte a supporto delle condotte adduttrici principali esistenti (chiusure ad anello), che una volta realizzate permetteranno manutenzioni straordinarie programmate e/o alla bisogna senza provocare disservizi di utenza.

    - Valutazione per il ripristino della corrosione passante nelle appendici di scarico, senza prolungati fuori servizio della condotta adduttrice principale, e possibile recupero/bonifica del tronchetto interessato da corrosione interna su condotte in acciaio.

 

  • Contenimento dei consumi energetici

    - Messa in esercizio produttivo di due micro centrali-idroelettriche presso il serbatoio di Montalbano e Faenza, che si vanno ad aggiungere alle centraline di Forlì Collina, di Cesena Cappuccini, di Riccione e della Diga di Ridracoli entrate in funzione nel 2015

    - Completamento dell’implementazione dell’archivio dei consumi di energia elettrica utilizzata e prodotta creando la base-dati per il monitoraggio dei consumi specifici (kWh/m3) delle forniture con incidenza elevata.
     

  • Contenimento dei cOSTI DI SMALTIMENTO FANGHI

    - Pianificazione e realizzazione di un impianto di sedimentazione fanghi presso l’impianto Bassette di Ravenna. L’intervento, che si completerà nel corso del 2017, consentirà di ridurre il costo dello smaltimento fanghi prodotti dall’impianto di potabilizzazione.

     

 

  • Programmazione degli interventi di miglioria idraulica

    - Pianificazione e definizione di un piano degli interventi da perseguire per la realizzazione di nuove condotte che renderanno possibili manutenzioni straordinarie agli impianti attualmente in esercizio.

    - Attuazione e mantenimento nel tempo di percorsi formativi e di addestramento specifico, in relazione alle posizioni e alle funzioni coinvolte, caratterizzate da livelli di professionalità elevata ad alto contenuto tecnico-specialistico e strategico per garantire un corretto funzionamento del sistema acquedottistico e assicurare la continuità del servizio di fornitura idrica in ogni condizione.