DIMENSIONE SOCIALE

LE INIZIATIVE DEL 2015

L’inaugurazione dell’aula 3.0 a Cesena

Lunedì 9 marzo, al Liceo Statale Vincenzo Monti di Cesena, si è svolta l’inaugurazione ufficiale dell’Aula 3.0 - TEAL (Technology Enable Active Learning): un progetto a cui il Liceo lavorava già da un paio d’anni, per riorganizzare gli ambienti scolastici spezzando il tradizionale schema fondato sull’insegnamento frontale.
Il Liceo cesenate è la seconda scuola in Regione a realizzare questo bellissimo progetto. L’inaugurazione è avvenuta alla presenza, fra gli altri, del Sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, e di Tonino Bernabè, Presidente di Romagna Acque. Il progetto infatti è stato realizzato grazie al fondamentale contributo di Romagna Acque, del Consorzio di Bonifica e di Trevi S.p.A.. Del resto, investire nella cultura e nell’istruzione significa investire nel futuro e dare valore alla comunità, al territorio, con l’obiettivo di creare esempi virtuosi rivolti al domani.

La rivalutazione della via Romea Germanica

Nel marzo 2015, in concomitanza con la Giornata Mondiale dell’Acqua, si è svolto anche il “Festival del Cammino sulla via Romea Germanica”, iniziativa organizzata per ricordare e promuovere l’antica via dei Romei, una delle direttrici dei pellegrini diretti a Roma, che faceva tappa anche a Santa Sofia. Nella cittadina appenninica, al centro operativo di Capaccio, si è svolto, il 21 marzo, un apposito convegno anche grazie alla collaborazione di Romagna Acque.

La Giornata Mondiale dell’Acqua 2015

Romagna Acque ha colto anche quest’anno l’occasione offerta dalla celebrazione, il 22 marzo, della Giornata Mondiale dell’Acqua per realizzare una serie di iniziative: il tema del 2015 era “Acqua e sviluppo sostenibile” e, come tradizione, Romagna Acque ha partecipato all’evento con una serie di iniziative di carattere didattico e informativo, come l’apertura stagionale della Diga di Ridracoli e l’avvio delle escursioni del battello elettrico sul lago di Ridracoli.

La Salute a Tavola

Avere a che fare con l’acqua significa avere a che fare con la vita, la salute e l’impegno concreto per preservarle e difenderle. Per questo, Romagna Acque si è voluta dedicare al progetto “La Salute a Tavola”, promosso dall’Istituto Oncologico Romagnolo e sviluppato con diversi incontri primaverili in varie città romagnole.

Incontri che hanno inteso rispondere a una domanda semplice, ma cruciale: una corretta alimentazione può aiutare a scongiurare il cancro? Ne hanno parlato nei vari incontri la Dott.ssa Lucia Bedei, medico oncologo dell’U.O. Prevenzione Oncologica di Forlì e la Dott.ssa Carla Brigliadori, gourmet associato a Chef to Chef. Un vero e proprio tour che ha avuto lo scopo di sensibilizzare le persone su questa importante questione, per consigliare come difendersi dal cancro grazie a cibi, preparazioni e stili alimentari corretti. “La Salute a Tavola” nasce dopo che recenti studi scientifici hanno evidenziato come l’ambiente e le abitudini di vita delle persone sono responsabili dell’insorgenza di oltre il 90% dei tumori. Un’errata alimentazione, inoltre, influisce nella formazione dei tumori nel 35% dei casi totali. Per tale ragione è importante  combattere il cancro anche a tavola, riducendo così la possibilità di ammalarsi e di riammalarsi.

Sviluppo locale e progetti europei

L’8 maggio, nella prestigiosa sede del Comune di Firenze, a Palazzo Vecchio, in occasione della giornata dedicata agli Stati dell’Unione Europea, il Presidente di Romagna Acque, Tonino Bernabè, ha incontrato i rappresentanti del GEIE (Gruppo Economico di Interesse Europeo) Popoli e Città d’Europa.
Motivo dell’incontro: creare un ponte tra la Comunità Europea e il territorio locale, promuovendo progetti di sviluppo meritevoli di ottenere finanziamenti. L’intesa è andata a suggellare un accordo firmato, che sancisce a tutti gli effetti il partenariato tra GEIE, Romagna Acque, GAL Altra Romagna e Parco delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.
La compatibilità tra Europa ed Enti Locali è la chiave di volta individuata dalle varie parti in gioco per stimolare l’economia del territorio, grazie a investimenti nel turismo, nella sostenibilità, nell’agricoltura, nella tutela del paesaggio e delle biodiversità. In questo sarà certo strategico il ruolo del GEIE nato nel 2013 tra Predappio e Trogir e basato sulla collaborazione tra Italia e Croazia.

Festa dell’Acqua - Sulla via delle Fonti

Per celebrare la preziosa risorsa e far conoscere ai cittadini il suo cammino “dalla fonte al bicchiere”, Romagna Acque si è fatta promotrice, in collaborazione con le varie Amministrazioni locali, dell’ormai tradizionale appuntamento annuale di fine primavera alla Diga di Ridracoli.

La “Festa dell’Acqua” è infatti un’iniziativa istituita a partire dagli anni ‘80, dopo il completamento dell’invaso di Ridracoli, con lo scopo di portare i cittadini a conoscere la fonte primaria da cui attinge l’Acquedotto della Romagna. Durante la manifestazione è consentito l’ingresso gratuito agli impianti e vengono organizzate varie iniziative, sia presso gli impianti, sia nei Comuni in cui ricadono le fonti primarie che alimentano l’invaso.

La “Festa dell’Acqua - Sulla via delle Fonti 2015” si è tenuta domenica 21 giugno: un’intera giornata dedicata a grandi e piccini, con iniziative gratuite per festeggiare all’aria aperta, dalla gara podistica alle escursioni guidate in battello e in canoa, a musica, eventi sportivi e tantissime attività per i bambini.
Nei giorni successivi, si è svolta anche una serie di eventi collaterali tra cene medievali, concerti e festival di artisti di strada.

Una scultura per il Parco Fluviale di Santa Sofia

In linea con il sostegno tradizionalmente fornito dalla Società alla nascita, in passato, e poi al costante arricchimento e abbellimento del Parco Fluviale di Santa Sofia, che collega l’abitato al centro operativo di Capaccio, in occasione della Festa dell’acqua 2015 è stata commissionata allo scultore napoletano Giuseppe Maraniello, artista di fama internazionale, un’opera intitolata “Il Nido”, che è stata collocata all’interno del Parco (oggi “Parco Giorgio Zanniboni”).

La Notte Verde a Forlì: un incontro sull’enciclica “Laudato sì”

All’interno del ricco programma della Notte Verde a Forlì - un weekend ricco di spettacoli, laboratori, giochi, mostre e appuntamenti per riflettere sull’ambiente e l’innovazione - sabato 19 settembre Romagna Acque ha organizzato un incontro di grande importanza alla Chiesa di San Giacomo.

È stata infatti presa in esame l’enciclica “Laudato Sì” di Papa Francesco, che, com’è noto, pone l’accento sulla tutela dell’ambiente come impegno comune che coinvolge tutta l’umanità nel rispetto di “sora nostra madre terra”. Uno straordinario contributo religioso, volto ad animare il dibattito che da sempre le grandi potenze del mondo si stanno ponendo per la sopravvivenza del Pianeta. L’iniziativa, dal titolo “Laudato sì - Lettera Enciclica sulla cura della Casa Comune”, ha ripercorso questi temi attraverso le voci di Monsignor Franco Perazzolo del Pontificio Consiglio per la Cultura, dell’Imam Abd Al-Ghafur Masotti, Responsabile del Dialogo Interreligioso della CO.RE.IS, la Comunità Religiosa Islamica Italiana, e del Professor Luigi Bruzzi, del Dipartimento di Fisica dell’Università di Bologna. A moderare, il Professor Carlo Zelindo Baruffi, dell’Università Cattolica di Brescia, Facoltà di Scienze della Formazione.

L’illuminazione del Parco Fluviale a Santa Sofia

Si è tenuta venerdì 6 novembre l’inaugurazione ufficiale della nuova illuminazione del Parco Fluviale di Santa Sofia, presso il percorso pedonale che costeggia il fiume Bidente, dal centro di Santa Sofia risalendo verso Capaccio. Il tratto è lungo 700 metri e ora si arricchisce di un impianto a led che illumina l’ambiente, dalla rotatoria di via Martiri delle Libertà, fino al parcheggio in località Colonia. I lavori, cominciati in estate e in parte finanziati da Romagna Acque, hanno portato a compimento un intervento che riqualifica ulteriormente l’alveo del Bidente e che permette ai santasofiesi e ai turisti di godere appieno del Parco, in qualsiasi stagione e a qualsiasi orario.

Campagna “Nastro Rosa” LILT

Anche nel 2015 Romagna Acque ha partecipato alla campagna di sensibilizzazione sulla prevenzione oncologica dei tumori al seno “Nastro rosa” organizzata dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.
Iniziativa simbolo della campagna è stata l’illuminazione con luce rosa dell’obelisco sito in Piazzale della Vittoria a Forlì, la cui accensione è avvenuta nella serata di martedì 2 ottobre.

Il sostegno alla Romagna Visit Card

Nel corso del 2015 la Società ha stretto un accordo con Integra Solutions, la società forlivese che ha inventato e diffuso la Romagna Visit Card, acquistando 170 tessere. Il “titolo” di carattere turistico permette al possessore di visitare a condizioni vantaggiose una quarantina di siti di eccellenza (musei, monumenti, istituzioni culturali) distribuiti sull’intero territorio romagnolo. Da quest’anno, fra i siti compresi nella promozione della Card rientra anche Idro, l’Ecomuseo delle acque di Ridracoli; l’acquisto e la conseguente diffusione fra i propri Stakeholder della Card rappresenta dunque un sistema per promuovere ulteriormente il museo e le sue finalità didattiche.

 

  • La rassegna stampa: cosa dicono di noi