DIMENSIONE AMBIENTALE

VERSO L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

In Romagna Acque i consumi di energia rappresentano una voce di costo sempre più significativa. In generale, comunque, soddisfare i propri fabbisogni energetici, oltre ad essere un costo in termini economici, rappresenta anche una forte pressione per l’ambiente. Esigenza comune di qualsiasi organizzazione è quindi migliorare la propria efficienza energetica. Per raggiungere questi obiettivi è necessario considerare le tendenze tecnologiche che caratterizzeranno i prossimi anni. Gli approfondimenti di prospettiva sulle tendenze tecnologiche consentiranno di cogliere spunti e indirizzi per fini economici e di mercato o sociali e, valutando vincoli e opportunità, anche in termini di incentivi disponibili.

In tale ottica, la Società ha recepito la direttiva 2012/27/UE che sancisce il ruolo fondamentale dell’efficienza energetica come strumento strategico al fine di affrontare sfide quali, tra le altre:

  • la riduzione delle emissioni di gas serra;

  • la sostenibilità delle fonti energetiche primarie;

  • la limitazione dei cambiamenti climatici.

Una figura dedicata si occuperà di diagnosi e ottimizzazione energetica

A tal proposito, già nel corso del 2014 Romagna Acque ha avviato un percorso per l’adeguamento ai dettami della direttiva sopra citata, provvedendo ad avviare tutte le attività necessarie alla implementazione e certificazione della norma tecnica internazionale UNI EN ISO 50001:2011, riguardante i sistemi di gestione dell’energia, per creare, avviare, mantenere e migliorare un sistema di gestione dell’energia che porti all’efficienza.

Parallelamente a questo percorso, la Società ha ritenuto opportuno costituire un vero e proprio Energy Team composto dal personale interno preposto al servizio energia e manutenzione elettrica e da una nuova figura esterna, il c.d. Energy Manager, a cui sono stati assegnati i compiti di individuazione delle azioni, degli interventi e delle procedure necessarie per promuovere l’uso razionale dell’energia. Questa scelta consente anche di prevedere una strategia di medio-lungo termine per ottimizzare le performance energetiche della Società. Nell’ambito delle operazioni per l’implementazione del Sistema di Gestione la Società ha anche costruito un apposito data base in cui inserire i consumi energetici e la produzione da fonti rinnovabili dell’azienda.

Gli impegni della Società sono rivolti a:

  • predisporre bilanci energetici, individuare le criticità energetiche ed effettuare scelte per migliorare l’efficienza energetica, riducendo i consumi con conseguente diminuzione dei costi e degli impatti ambientali;

  • ricercare le migliori condizioni di fornitura dei vettori energetici nel libero mercato;

  • ricercare soluzioni tecniche aggiornate alle più recenti tecnologie di efficienza energetica;

  • ricercare e valutare le opportunità di finanziamento rappresentate dagli incentivi nazionali per l’ambiente e l’energia;

  • tenere sotto controllo la conformità alle leggi e alle normative in materia di energia;

  • implementare e gestire il Sistema di Gestione dell’Energia (SGE) come previsto dalla norma ISO 50001:2011 (certificazione che l’azienda vuole ottenere entro il 2015);

  • integrare le attività svolte in ambito energetico con i sistemi di gestione attualmente presenti in azienda (ISO 9001, 14001 e OHSAS 18001) in ottica di un miglioramento integrato aziendale.