Nota metodologica

Il decimo Bilancio di Sostenibilità redatto dalla Società conferma la volontà di comunicare con trasparenza, verso tutti i portatori di interesse, la scelta di operare in piena coerenza con le politiche di sviluppo sostenibile adottate, inoltre permette agli Stakeholder di valutare la coerenza tra gli obiettivi e i risultati raggiunti, attraverso un’analisi delle tre componenti della sostenibilità:

• Economica, per accrescere e consolidare la posizione di unico produttore di risorsa idrica nel territorio romagnolo;

• Sociale, per agire secondo le attese dei propri Stakeholder;

• Ambientale, per minimizzare gli impatti diretti e indiretti delle proprie attività sull’ambiente, contribuendo in maniera attiva alla sua tutela.

Le tre

componenti della
sostenibilità:

• economica
• sociale
• ambientale

Il Bilancio di Sostenibilità di Romagna Acque – Società delle Fonti S.p.A. è stato predisposto secondo le “Linee guida per il reporting di sostenibilità” elaborate dal Global Reporting Initiative (GRI) nel 2011 (G3.1); il livello conseguito nell’applicazione delle linee guida del GRI è A+, soddisfacendo il livello massimo di informativa richiesto dalle stesse (così come sintetizzato nello schema seguente) e sottoponendo a verifica da parte di un soggetto terzo i contenuti del bilancio medesimo.

Per la redazione del documento, la Società ha inoltre tenuto in considerazione:

AccountAbility 1000 (AA 1000) Framework” per la definizione del processo di reporting della sostenibilità;

i “Principi di redazione del Bilancio Sociale” elaborati dal Gruppo di Studio per il Bilancio Sociale (GBS), come riferimento per la predisposizione del prospetto di determinazione e di riparto del Valore Aggiunto.

 

I dati e le informazioni contenute nel Bilancio di sostenibilità sono di natura qualitativa e quantitativa e offrono una misura, in alcuni casi diretta, in altri stimata.

Anche per il corrente anno il Consiglio di Amministrazione di Romagna Acque-Società delle Fonti S.p.A. ha confermato l’interesse a continuare l’adozione di tale strumento, dando mandato al Servizio Supporto Processi e Comunicazione di coordinare la redazione del documento e approvandolo nella seduta del 18 giugno 2014. Per l’impostazione e l’elaborazione del Bilancio di Sostenibilità 2013, come avvenuto nel 2012, la Società si è avvalsa di una collaborazione con ricercatori e laureati dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, attivi da anni nel campo della rendicontazione di sostenibilità. Attraverso tale collaborazione è stato in particolare accresciuto il livello di coinvolgimento dei Soci e Clienti nella fase di rendicontazione, i cui esiti sono illustrati nella sezione del coinvolgimento degli Stakeholder.

 

Il documento è organizzato secondo le seguenti sezioni:

 


l’
Identità Aziendale e il Governo della Sostenibilità, suddiviso in due sotto-sezioni. Nella prima sotto-sezione sono presentati l’Assetto Istituzionale, le caratteristiche di Romagna Acque–Società delle Fonti S.p.A., gli elementi conoscitivi che rendono possibile l’identificazione oggettiva della Società, i principali elementi che ne definiscono la storia e l’evoluzione, la dimensione e l’assetto organizzativo. In tale sezione, inoltre, sono descritte la politica e la strategia aziendale che, attraverso il legame tra la missione ed i valori di riferimento, definiscono gli obiettivi politici che la Società si è data, coerentemente con le scelte proiettate verso uno sviluppo sostenibile. Nella seconda sotto-sezione sono resi espliciti i principi etici ed i codici deontologici che guidano la Società nelle sue scelte, le linee politiche ed i comportamenti operativi di coloro che contribuiscono alla gestione e le risultanze conseguenti le attività di dialogo con le principali categorie di Stakeholder, così come le principali risultanze derivanti dall’analisi delle tematiche ritenute più significative;


la Performance Economica, che rappresenta il collegamento con il bilancio di esercizio ed espone i prospetti di formazione e di ripartizione del Valore Aggiunto, dato che consente di misurare il valore economico prodotto dalla Società e di monitorare la ripartizione del medesimo tra i propri Stakeholder;


la Performance Sociale, che rendiconta in termini sia qualitativi che quantitativi i risultati ottenuti dalla Società in relazione agli impegni assunti, ai programmi realizzati ed agli effetti prodotti sugli Stakeholder. Inoltre, sui portatori di interesse si sono prodotte altre utilità che sono descritte in questa sezione, in modo da costruire un quadro esauriente;


la Performance Ambientale, in cui sono state analizzate le dimensioni ambientali distinte per i tre macro-processi che caratterizzano le attività della Società: captazione della risorsa idrica, trattamento di potabilizzazione e distribuzione. Tali macro-processi sono rendicontati distintamente per le tre province di riferimento, mentre, la rendicontazione sui consumi, le emissioni, i rifiuti, la biodiversità e gli sversamenti viene esposta in termini aggregati in relazione a tutte le zone di operatività. Gli aspetti individuati sono stati descritti, definiti i relativi processi di gestione e, dove possibile, individuati dei programmi per un loro progressivo contenimento.

Rispetto alle precedenti edizioni del Bilancio di Sostenibilità nella presente versione del documento i primi due capitoli del documento sono stati riuniti in uno unico, che espone in modo maggiormente sintetico e sinergico la presentazione della Società e i suoi valori e le linee politiche che improntano i comportamenti operativi di coloro che contribuiscono alla gestione.

Nel presente Bilancio di Sostenibilità sono stati introdotti diversi box di approfondimento su tematiche di particolare rilievo: modifiche allo Statuto Societario, anticorruzione e trasparenza, la Qualità dell’Acqua, protocollo di intesa con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, indagine di clima interno, quaderno didattico H2Doc, progetto RELS, rinnovamento del sito Web istituzionale, confronto con i principali operatori Europei sulle attività di stakeholder engagement, Riserva Naturale Integrale di Sasso Fratino, continuità del servizio, cogenerazione, circuiti di interconfronto ARPA-gestori, servizio di manutenzione.

 

Per l’elaborazione del Bilancio di Sostenibilità si è tenuto conto dei seguenti principi guida:

• materialità: la rilevanza delle informazioni inserite nel bilancio è stata definita considerando gli impatti e le responsabilità in ambito economico, sociale e ambientale di Romagna Acque – Società delle Fonti S.p.A., i valori chiave della Società , il contesto normativo e le specificità dei settori in cui opera, nonché le esigenze e le aspettative degli Stakeholder;

• inclusività: il bilancio ha recepito i suggerimenti e gli spunti di miglioramento proposti dai portatori di interesse coinvolti nel corso dell’anno, accrescendo in questo modo la rispondenza delle informazioni rendicontate alle loro esigenze e necessità;

• completezza: il bilancio rendiconta le principali azioni e le attività svolte dalla Società, riportando le informazioni relative agli avvenimenti più significativi registrati nel corso del 2013 e presentando, laddove possibile, i dati quantitativi del triennio 2011-2013;

• equilibrio: nella definizione dei contenuti del bilancio si è cercato di fornire un’immagine imparziale delle performance della Società, rendicontando sia gli aspetti positivi sia quelli negativi, al fine di permettere una valutazione ragionata delle performance nel loro complesso;

• chiarezza: la struttura del documento è stata pensata per rendere agevole la lettura e la ricerca delle informazioni all’interno del bilancio. Il linguaggio utilizzato mira a rendere comprensibili al lettore i contenuti del documento, aggregando i dati quantitativi al livello più significativo rispetto alle aspettative degli Stakeholder. Inoltre, al termine del Bilancio di Sostenibilità, è riportato un glossario, che illustra la spiegazione dei termini non di uso comune inseriti all’interno del documento;

31.12.13

data a cui sono aggiornati i dati del Bilancio di Sostenibilità

• comparabilità: i dati sulle performance riportati nel bilancio sono presentati in modo da consentire ai lettori di confrontarli con quelli degli anni passati e valutarli rispetto agli obiettivi prefissati. Gli eventuali casi di rettifiche di dati sono espressamente segnalati e motivati nel testo;

• accuratezza: al fine di dare una corretta rappresentazione delle performance della Società, è stata privilegiata l’inclusione di informazioni quali-quantitative direttamente misurabili, evitando il più possibile il ricorso a stime, le quali, ove necessario, sono fondate sulle migliori metodologie disponibili. Inoltre, per i dati inseriti vengono indicate le fonti e le metodologie di calcolo utilizzate;

• tempestività: in conformità a prassi consolidate, Romagna Acque – Società delle Fonti S.p.A. pubblica il Bilancio di Sostenibilità con cadenza annuale, fornendo in tal modo un’informativa sempre aggiornata sulle proprie performance.

Tutti i dati e le informazioni contenuti nel presente documento sono ascritti, salvo diverse indicazioni, a Romagna Acque – Società delle Fonti S.p.A. e non riguardano le Società controllate e partecipate, comunque elencate e descritte nel documento. I dati contenuti nel documento sono aggiornati al 31.12.2013, salvo diversa indicazione.

Nella stesura del Bilancio di Sostenibilità 2013 si sono riscontrate le seguenti limitazioni:

• per le Nuove Fonti sono stati rendicontati solo i principali impianti, in termini dimensionali e produttivi;

• per la determinazione delle emissioni indirette di CO2 (EN17), riconducibili ai processi di produzione dell’energia elettrica acquistata dalla Società, per il 2013 è stato utilizzato il coefficiente di emissione specifico di CO2 tratto dal Rapporto di Sostenibilità Edison S.p.A. 2013.

Al fine di razionalizzare la presente esposizione, si rimanda alle rinnovate e ampliate sezioni “Società” e “Trasparenza” del sito Internet istituzionale, dove è possibile reperire tutte le ulteriori informazioni riguardanti la Governance Sociale non inserite nel presente documento.

Il Bilancio di Sostenibilità è inoltre sottoposto alla revisione limitata da parte della società KPMG S.p.A.. La revisione limitata viene svolta seguendo i principi e i criteri statuiti dallo IAASB (International Auditing and Assurance Standards Board) ed, in particolare, secondo il principio di revisione ISAE 3000, che stabilisce le procedure essenziali per lo svolgimento della revisione limitata sul Bilancio di Sostenibilità.