Performance ambientale

Strategie di distribuzione

Romagna Acque-Società delle Fonti S.p.A. dal 1° gennaio 2012 gestisce tutte le fonti di produzione di acqua per gli usi civili del territorio romagnolo, amministrando, oltre all’Acquedotto della Romagna alimentato dalla Diga di Ridracoli, anche tutti gli altri principali impianti idrici romagnoli situati nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, in precedenza gestiti da Hera S.p.A.

Tale complesso è composto dalle fonti di produzione della risorsa idrica che traggono origine dalla derivazione di acque pubbliche presenti nel territorio romagnolo, dagli impianti di potabilizzazione e dalla rete distributiva; esso copre circa il 99% del fabbisogno idrico romagnolo, fornendo acqua per usi civili e marginalmente per utilizzi plurimi ai gestori del servizio idrico integrato (Hera S.p.A. e Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici di San Marino), che a loro volta provvedono a distribuire la risorsa idrica all’utente finale.

 


In un’ottica di monitoraggio della sostenibilità e della responsabilità

sociale d’impresa, l’applicazione interna da parte della Società del Sistema
di Gestione Ambientale, in conformità con la norma
ISO 14001,
ha richiesto lo
sviluppo di un’analisi ambientale iniziale

per i tre macro-processi aziendali gestiti.

L’analisi è stata articolata secondo:

l’identificazione degli aspetti ambientali;

la valenza degli aspetti ambientali;

la determinazione della loro gravità e significatività.

Attraverso il sistema di gestione integrato ambiente-qualità-sicurezza,
sono stati individuati specifici parametri di controllo per il monitoraggio
dei medesimi aspetti ambientali.


 

54,6%

di acqua erogata
proviene da
Ridracoli

Nel corso del 2013 l’andamento idrologico è stato favorevole. Già a fine gennaio presso l’invaso di Ridracoli è stata raggiunta la quota di massima regolazione, mantenuta fino ai primi di giugno permettendo di affrontare l’estate in condizioni di normalità, fino alla ripresa autunnale degli apporti che progressivamente hanno consentito di raggiungere a fine anno i 30 milioni di m3 invasati.

È stato quindi possibile mantenere in stand by l’impiantistica di supporto approntata per fare fronte alle crisi idriche del 2007 e 2011-2012. In quegli anni il sistema istituzionale e l’impegno della Società hanno infatti portato alla realizzazione di interventi infrastrutturali significativi, che hanno permesso di aumentare la capacità produttiva, riducendo notevolmente il prelievo “minimo” da Ridracoli in periodo non estivo; ne rappresenta un esempio il potabilizzatore di Forlimpopoli, entrato in funzione ad inizio 2012: realizzato nell’arco di pochi mesi, esso consente di potabilizzare 200 litri/secondo di acqua prelevata dal Canale Emiliano Romagnolo.

In totale, nel 2013, sono stati erogati 107.764.245 m3 di acqua, destinata quasi esclusivamente ad usi civili (96,73%), derivante per il 54,62% dalla fonte di Ridracoli e per la restante parte da falda e da superficie. In tale anno si è registrata una riduzione dei consumi di risorsa idrica rispetto alle previsioni di budget 2013 di circa 5 milioni di m3, distribuiti uniformemente nel corso dell’anno. Tale fenomeno, evidenziato nella tabella seguente, è da mettere in relazione a problematiche legate alla riduzione delle attività sul territorio e alla minore presenza turistica del periodo estivo.

 

Grafico dell’invaso - andamento nel triennio 2011-2013 - Diga di Ridracoli.

 

 

Fonte di produzione dell’acqua fornita nel 2013 e confronto con le previsioni di budget (m3)

Utenze

Utilizzi

Volumi erogati (EN8)

Volumi Budget

Differenza Volumi

PROVINCIA FORLì-CESENA

Usi civili

33.591.754

35.390000

-1.798.246

Provincia Ravenna

Usi civili

32.518.874

34.160.000

-1.641.126

Usi plurimi

3.498.839

2.360.000

1.138.839

TOT PROVINCIA RAVENNA

 

36.017.713

36.520.000

-502.287

Provincia Rimini

Usi civili

36.614.904

39.240.000

-2.625.096

Usi plurimi

21.118

100.000

-78.882

TOT PROVINCIA RIMINI

 

36.636.022

39.340.000

-2.703.978

PROVINCIA PESARO - URBINO

Usi civili

962.329

930.000

32.329

SAN MARINO

Usi civili

556.427

520.000

36.427

TOTALE

 

107.764.245

112.700.000

-4.935.755

112 mln

di m3 di acqua
previsti come
volume budget

 

Fonte: Report interni, Pianificazione e produzione, rapporti con gli enti gestione utenze.

I dati relativi alla risorsa idrica captata e potabilizzata da Romagna Acque-Società delle Fonti S.p.A. vengono di seguito illustrati distintamente per le tre province romagnole.

 

 

  • Localizzazione di siti ubicati in aree protette o ad elevata biodiversità (EN11)

  • Impatti significativi prodotti sulla biodiversità di aree protette (EN12, EN14, EN25)